A.I.C. ti chiede aiuto!

13434294_10209055061270375_30755297_n

striscione AIC

Terminato l’anno 2016 si sono tirate le somme e ci si è accorti che l’AIC ha fatto ancora poco rispetto alle proprie potenzialità.

Si è cercato di far conoscere il cincillà e il suo ente protezionistico in tutta Italia attraverso le varie manifestazioni di animali esotici.

Si continua a cercare di far risparmiare chi dei cincillà ne ha cura promuovendo la possibilità di avere riduzioni di prezzo su tutti i prodotti per cincillà nei vari shop specializzati.

Inoltre le riduzioni comprendono anche i biglietti di entrata in molte manifestazioni di animali esotici e da compagnia.

Si sta timidamente iniziando a soccorrere i cincillà che hanno bisogno di aiuto soprattutto nei casi di abbandono  e sensibilizzandone il buon trattamento degli stessi.

A breve inizieremo a pubblicare articoli periodici interessanti che riguardano i cincillà.

Si sta pensando di collaborare con altre associazioni equiparate per rafforzare le proprie azioni.

Si sta pensando tanto ancora, ma tutto questo va sostenuto con la quota associativa.

Quest’anno dopo aver rivisto le spese sostenute nel 2016 ci siam visti costretti a dover chiedere un importo da socio ordinario di 15 euro rispetto ai 10 dell’anno scorso. Questo perchè abbiamo avuto dei costi non previsti soprattutto burocratici.  Purtroppo c’è da aggiungere che gli associati non sono stati del numero sperato e questo non ha reso l’AIC abbastanza forte per imporsi nel mondo del cincillà.

A.I.C. chiede solo ai propri soci di non abbandonarci e riguardando al passato con solo gli sconti per i prodotti acquistati la quota associativa è stata sicuramente più che ripagata.

A chi non è socio A.I.C. chiediamo di associarsi per il bene dei propri cincillà e soprattutto per i cincillà di tutta Italia.

Abbiamo fatto tanto nel 2016 anche se è stato notato solo dagli associati, ma AIC vi chiede di permetterle di far molto di più grazie al vostro aiuto.

Soprattutto chi alleva cincillà per hobby facendo nascere tanti cincillini dovrebbe ancor più essere associato, quindi essere informato e protetto e saper quindi generare cuccioli sani e sentirsi tranquilli dentro un grande progetto che vede tutti gli allevatori hobbysti che seguono procedure veterinarie che rispettino genitori e cuccioli di cincillà.

Un progetto dove chi prende in affido un cincillà grande o cucciolo possa chiedere a chi li alleva se è socio AIC che prepara e segue i piccoli allevatori. Un modo per scoraggiare gli allevatori improvvisati e che potrebbero sia pur involontariamente far del male ai piccoli e ai loro genitori per via di una cattiva conduzione dell’allevamento e soprattutto con incroci genetici errati. Ancor più oggi che sono apparsi nuove mutazioni di colori e di pelo (Royal Persian Angora) che se mal incrociati possono portare a difetti genetici gravi dei pargoli.

 

Aiutate A.I.C. associatevi e fate associare chi è nel mondo del cincillà!

                                                                                                                                                                    Grazie!

logo_6ff8fbf68d653655f0d18ccbcd01a29d

Associazione Italiana Cincillà

Associazione Italiana Cincillà

L’AIC è stata la prima associazione per il cincillà nella storia d’Italia. Finalmente con l’aiuto di nuovi soci iscritti e volontari faremo tanto a favore dei cincillà.
Associazione Italiana Cincillà

Latest posts by Associazione Italiana Cincillà (see all)